Autorità e diritto. L'esempio di Augusto by Lucia Fanizza

By Lucia Fanizza

Show description

Read or Download Autorità e diritto. L'esempio di Augusto PDF

Best history_2 books

Outline Of English History: First Period B.C. 55 To A.D. 1603

This scarce antiquarian publication is incorporated in our specified Legacy Reprint sequence. within the curiosity of making a extra broad choice of infrequent old publication reprints, now we have selected to breed this identify although it may have occasional imperfections akin to lacking and blurred pages, lacking textual content, bad photographs, markings, darkish backgrounds and different replica matters past our keep watch over.

Extra info for Autorità e diritto. L'esempio di Augusto

Example text

Gagé, Les Cornelii Lentuli et le Genius populi Romani. A propos d'un aspect du culte du divus Iulius, in Actes congrès international de numismatique, Paris, 1953-57,219 ss. Secondo le documentate considerazioni d i E. Champlin, Miscellanea testamentaria, i n Z R G 62, 1986, 249, ormai condivise quantomeno dagli studiosi che leggono la letteratura anglossassone e seguono gli studi prosopografici. 55 56 41 namento, sicuramente condivisibile, lascia aperta e rende verosimile anche un'altra possibilità: non possiamo escludere infatti che si tratti del console del 49, catturato e morto in carcere nell'anno successivo i n una località a noi ignota.

82. 82 83 84 y 85 61 dente aveva un risvolto pratico: i giuristi che fino a quel momento scrivevano i loro pareri per i giudici o che vedevano utilizzati i responsi dalle parti a proprio vantaggio in giudizio, dovevano ora contrassegnare, firmare questi responsi . I responsa signata avevano un valore pubblico, solo essi cioè potevano essere utilizzati in giudizio. Si è tentato di superare l'apparente aporia tra signata e ipsi scribebant del testo pomponiano riferendo ipsi ai consulenti; ci sarebbe stato cioè un passaggio dall'oralità alla scrittura, in quanto i responsi dati oralmente dai giuristi sarebbero stati scritti dai consulenti e solo l'iniziativa augustea avrebbe reso obbligatoria la forma scritta .

Cons. Dig. 5; Cod. lust. 2) M . , 232. Sulla lex Aelia Sentia oltre n t . 7 1 . 2. L'autorità Augusto, istitituì dunque una nuova tutela giurisdizionale e ordinò che i consoli ne fossero destinatari. Quando definisce i l carattere dell'intervento consolare, i l passo delle Istituzioni dice che Augusto iussit consulibus auctoritatem suam interponere . Questa testimonianza è di importanza fondamentale non solo per individuare i l piano di operatività dell'intervento consolare ma soprattutto perché consente d i ricostruire come si andasse modificando l'attività dei magistrati giusdicenti in relazione a ipotesi non tutelate nell'editto.

Download PDF sample

Rated 4.39 of 5 – based on 19 votes